<<

Minolta MD Rokkor 50mm f1.4

 

 

SCHEDA TECNICA

Angolo di campo: 46°

Schema ottico - luminosità: 7 lenti in 5 gruppi - f1.4

Diaframma a 6 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 45 cm

Anno di presentazione: 1977

Obiettivo che presenta un nuovo schema ottico, un migliore trattamento antiriflesso nonchè una diversa resa cromatica e contrasto rispetto al precedente MC Rokkor PG. Anche per questa versione il rendimento ottico è molto buono già dal diaframma f2, anche sul formato 24x36mm, specie nella zona centrale del fotogramma. Le migliori prestazioni si hanno per i diaframmi tra f/2.8 e f5.6 dove è in grado di offrire una eccellente qualità lungo tutto il fotogramma, per ogni formato di ripresa. Anche la resa dello sfuocato è molto buona, fino al diaframma 2.8, anche se leggermente inferiore alla precedente versione MC. La costruzione meccanica è impeccabile.

Minolta MD Rokkor 50/1.4 @ f2

(CANON EOS 5D (Full Frame), 1/320sec, 400iso, without flash)

Click on photo to download the  full JPG file.

 

 

Minolta MC Rokkor - PF 58mm f1.4

SCHEDA TECNICA

Angolo di campo: 41°

Schema ottico - luminosità: 6 lenti in 5 gruppi - f1.4

Diaframma a 6 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 60 cm

Anno di presentazione: settembre 1966

L'MC Rokkor 58mm f1.4 è oggi considerata una tra le più classiche ottiche Minolta, commercializzata nella seconda metà degli anni 60 al fianco della ben nota SR-T 101. Il disegno ottico, 6 lenti in 5 gruppi, derivò direttamente dal precedente Auto Rokkor mentre il diaframma fu modificato da 8 a 6 lamelle.

La costruzione meccanica è di altissimo livello come anche la solidità che riesce a trasmettere durante il suo utilizzo. La resa ottica riscontrata è molto buona ai diaframmi centrali (f4-f8) nonostante caratterizzata da minor risolvenza e contrasto rispetto alle successive versioni nel range 50-58mm. Ma la vera classe di questo obiettivo, che lo rende unico insieme alla successiva versione ultraluminosa f1.2, viene mostrata alle maggiori aperture di diaframma che conferiscono alle immagini un carattere particolare ed unico in termini soprattutto di sfuocato, ariosità e tridimensionalità. In particolare, la resa dello sfuocato imprime alle immagini un carattere "avvolgente" che si avverte soprattutto alle minori distanze di ripresa, per i diaframmi f1.4 ed f2.

La focale leggermente più lunga del classico normale da 50mm, il contrasto moderato, la resa cromatica "pastellata", lo sfuocato, una giusta dose di risolvenza costituiscono gli ingredienti che rendono questo Rokkor l'obiettivo ideale per i ritratti.

Infine il suo costo: sul mercato dell'usato oggi lo si può acquistare per circa 60-80 euro, se in buone condizioni. Per tali cifre non si può pretendere di più, specie da un obiettivo che ha senso utilizzare prevalentemente alle maggiori aperture di diaframma per le quali restituisce quel qualcosa di "diverso" rispetto alle moderne realizzazioni.

The MC Rokkor PF 58/1.4 at f1.4 (EOS 5D, 1/500sec, 100iso)

The MC Rokkor PF 58/1.4 at f1.4 (EOS 5D, 1/8000sec, 125iso)

Click on photo to download the full JPEG file

 

Minolta MC Rokkor - PG 58mm f1.2

 

 

SCHEDA TECNICA

Angolo di campo: 41°

Schema ottico - luminosità: 7 lenti in 5 gruppi - f1.2

Diaframma a 8 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 60 cm

Anno di presentazione: settembre 1969

 

Questo Rokkor, ormai entrato nella leggenda per gli appassionati del marchio Minolta, nonostante il passare degli anni, mostra ancora tutta la sua classe ed è in grado rivaleggiare alla pari (e non solo, specie a tutta apertura...) con altri noti obbiettivi superluminosi della stessa epoca: Nikkor Noct 55/1.2, Olympus Zuiko 55/1.2, Canon FD 50/1.2 L e Pentax SMC 50/1.2.

Si tratta di un obiettivo dalla resa ottica elevatissima, ben al di sopra rispetto agli attuali standard costruttivi, da molti riconosciuta come una delle migliori realizzazioni di Minolta degli anni 60-70 e mai eguagliato a tuttoggi, dal punto di vista prettamente tecnico/ottico, neanche dagli ultimi obiettivi del sistema Minolta AF (e il futuro ci dirà se sarà Sony a produrre un obiettivo migliore di questo Rokkor !).

Ma veniamo alle caratteristiche salienti da annoverare a questa vera e propria rarità.

Prima di tutto l'apertura massima, notevole per l'epoca (1968...), pari a f1,2. La resa ottica, nonostante l'eccezionale luminosità massima, si mantiene a livelli molto buoni anche a tutta apertura (con assenza di vignettatura ) fino a raggiungere il suo massimo a f5.6 circa (valore per cui viene restituita una impressionante nitidezza nelle immagini). Molto uniforme la resa tra centro e bordi del fotogramma, sia su pellicola che su sensore digitale APS-C.

E poi la resa delle aree fuori fuoco, in gergo tecnico il "bokeh", tanto pubblicizzato per prima da Minolta, nei primi anni anni 70, grazie agli obiettivi della serie MC Rokkor. Lo sfuocato di questo vetro, alle maggiori aperture di diaframma, si presenta come il migliore tra tutti gli obiettivi della serie MC Rokkor e delle successive versioni: MD Rokkor 50/1.2 (produzione 1978-1980) ed MD 50/1.2 (produzione 1981-1986 circa). Tale caratteristica ottica, non misurabile tecnicamente ma solo oggettivamente, è stata ottenuta grazie ad uno schema ottico (7 lenti in 5 gruppi) che adotta vetri speciali ad alto indice di rifrazione (il gruppo ottico posteriore utilizzava vetri a base di terre rare) ed un diaframa ad 8 lamelle.

Infine il suo costo: sul mercato dell'usato oggi lo si può acquistare per circa 100-140 euro, nella prima versione con ghiera in metallo (produzione 1968-1972 circa), oppure per circa 180-250 euro, per la successiva versione con ghiera in gomma (produzione 1973-1978 circa). Per tali cifre è assolutamente impossibile chiedere di più..., specie se si fa riferimento al costo della stessa focale prodotta dalla concorrenza dell'epoca.

The MC Rokkor PG 58/1.2 at f1.2 (EOS 20D, 1/80sec, 800iso, without flash !)

Click on photo to download the full JPEG file

The MC Rokkor PG 58/1.2 at f2.8 (EOS 20D, 1/4000sec, 100iso)

Click on photo to download the full JPEG file

The MC Rokkor PG 58/1.2 at f2-2.8 (EOS 20D, 1/125sec, 1600iso, without flash !).

Click on photo to download the full JPEG file

 

Minolta MC Rokkor - PG 50mm f1.4

 

 

SCHEDA TECNICA

Angolo di campo: 46°

Schema ottico - luminosità: 7 lenti in 5 gruppi - f1.4

Diaframma a 6 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 45 cm

Anno di presentazione: 1973

Obiettivo con ottimo rendimento ottico a partire già dal diaframma f2, anche sul formato 24x36mm, specie nella zona centrale del fotogramma. Le migliori prestazioni si hanno per i diaframmi tra f/3.5 e f5.6 dove è in grado di offrire una nitidezza eccellente lungo tutto il fotogramma, per ogni formato di ripresa.

Sul sensore 24x36mm (Canon EOS 5D) la resa ottica è caratterizzata da uno sfuocato molto gradevole tra f2 e f2.8, tipico della serie MC Rokkor. Una leggera aberrazione di coma, fino a f2, è stata rilevata solo ai bordi estremi del fotogramma. A partire già da f2.8 si nota un notevole incremento di nitidezza e microcontrasto che lo rendono indubbiamente uno dei migliori obiettivi da 50mm costruiti da Minolta, per qualità ottica e soprattutto meccanica, insieme al leggendario MC Rokkor PG 58mm f1.2 dal quale eredita lo schema ottico, leggermente modificato nell'apertura massima.

Su sensore APS-C la resa ottica è ottima già dal diaframma f2. L'aberrazione sferica si percepisce solo alla massima apertura mentre l'aberrazione di coma è assente già a partire da f2.

MC Rokkor PG 50/1.4 @ f1.4

(CANON EOS 450D, 1/80sec, 200iso, without flash)

Click on photo to download the  full JPG file.

MC Rokkor PG 50/1.4 at f2

(CANON EOS 5D, 1/4000sec, 100iso).

Click on photo to download the  full JPG file.

 

Minolta MC Rokkor - PF 50mm f2

 

SCHEDA TECNICA

Angolo di campo: 46°

Schema ottico - luminosità: 6 lenti in 5 gruppi - f2

Diaframma a 5 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 50 cm

Anno di presentazione: 1973

Nonostante venisse commercializzato come ottica di fascia economica, per le fotocamere serie SRT 100/200/100b e 100X, questo Rokkor è in grado di offrire immagini di alta qualità, anche sui moderni sensori digitali.

Estremamente compatto e leggero (solo 230gr.), sa restituire al "tatto" una gradevole sensazione di solidità che caratterizza tutta
la produzione ottica di Minolta degli anni '70, senza scendere a compromessi sui costi (neanche su questa versione economica !).

Il rendimento ottico è molto buono anche alle maggiori aperture di diaframma, come f2.8, fino ai bordi estremi del fotogramma.
Le migliori prestazioni si hanno per i diaframmi tra f/4 e f5.6. Molto buona la resa del bokeh, comunque inferiore a quella delle versioni MC Rokkor PG f1.4 ed f1.2. Contrasto e resa cromatica sono discreti e comunque facilmente gestibili se si scatta in digitale (RAW). Ottima la correzione delle aberrazioni sferiche e del coma che permangono solo lievemente alla massima apertura e che scompaiono già diaframmando di 1 stop (f2.8).

In definitiva, si tratta di un'ottica che, pur con i suoi 30 e passa anni sulle spalle, la si può acquistare ad oggi a prezzi davvero irrisori
senza sfigurare (specie in termini di nitidezza e resa del bokeh) davanti ai moderni obiettivi di pari focale.

The MC Rokkor PF 50/2 at f2

(EOS 20D, 1/50sec, 800iso, UV filter).

The MC Rokkor PF 50/2 at f2.8

(EOS 20D, 1/200sec, 100iso, UV filter).

Click on photo to download the  full JPG file.

 

 

Minolta MC Rokkor, MD Rokkor and MD 50mm f1.7

SCHEDE TECNICHE

Angolo di campo: 46°

Schema ottico - luminosità: 6 lenti in 5 gruppi - f1.7

Diaframma a 6 lamelle

Diametro filtri: 55mm

Minima distanza di messa a fuoco: 45 cm

Anno di presentazione:1973 (MC Rokkor), 1977 (MD Rokkor), 1981 (MD)

MD 50/1.7: obiettivo dalla resa qualitativa ottima (anche se non ai livelli della versione f1.4) ai diaframmi da f4 a f8. Ai diaframmi più aperti la resa ai bordi descresce (con leggera vignettatura a tutta apertura). Molto buona la resa al centro a f2.8.

MD Rokkor 50/1.7: obiettivo dalla resa ottica ottima tra f4 ed f8 con elevatissima nitidezza e contrasto (leggermente migliore dell' MD 50/1.7). Ai diaframmi più aperti mostra una caduta generale di qualità (perdita di nitidezza) soprattutto ai bordi del fotogramma, mentre al centro la resa ottica rimane ancora molto buona. Sicuramente il migliore per nitidezza e contrasto rispetto alle altre versioni MC Rokkor e MD.

MC Rokkor 50/1.7: obiettivo in grado di fornire immagini con una elevatissima nitidezza e microcontrasto, specie ai diaframmi f8-11. Ottima la resa del bokeh (a tutta apertura ed f2.8), la correzione delle aberrazioni e del coma. Discreta la resa cromatica. Molto buona la resa ottica generale anche a distanza infinito ai diaframmi compresi tra f5.6 ed f11. La costruzione meccanica è, ovviamente, impeccabile come del resto gli altri obiettivi della stessa serie. L'unico difetto che si può trovare in questo obiettivo è una leggera tendenza a presentare flare, con conseguente calo di contrasto generale e desaturazione dei colori, nelle situazioni di controluce spinto, dovuta al trattamento antiriflessi dell'epoca (1973).

 

The Minolta MD 50/1.7 at f1.7

(EOS 20D, 1/100sec, 400iso, UV filter)

Click on photo to download the  full JPG file.

 

Article, pages and photos are Digitalrokkor - All rights reserved